EPA 2017
American Psychiatric annual meeting
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
Xagena Mappa

L'uso dei cannabinoidi sintetici può influenzare gli esiti psicologici nei domini affettivi, comportamentali e cognitivi


Sebbene la ricerca su ampia scala sia limitata, i risultati di una revisione sistematica hanno dimostrato che l'utilizzo di cannabinoidi sintetici può portare a numerosi esiti psicologici e gli utilizzatori sembrano differire dagli utilizzatori di Cannabis naturale e dai non-utilizzatori di Cannabis riguardo ai domini affettivi, comportamentali e cognitivi.

I medici e i tossicodipendenti hanno riscontrato gravi effetti avversi dal fumo della Cannabis sintetica.

Uno studio ha preso in esame la letteratura disponibile per meglio comprendere le conseguenze psicologiche dell'uso di cannabinoidi sintetici.

La revisione ha riguardato, complessivamente, 17 studi: uno studio di somministrazione controllato, sette studi trasversali, cinque indagini su Internet e quattro studi qualitativi.
Inoltre, quattro studi hanno esaminato la psicosi e la sintomatologia correlata alla psicosi, quattro hanno esaminato la depressione, due hanno esaminato l'ansia e due hanno preso in esame l'attività cognitiva.

In tutti gli studi, paranoia, paura e ansia sono stati citati come effetti del cannabinoide sintetico.

Uno studio ha rilevato che i consumatori di cannabinoidi sintetici avevano una significativa compromissione della memoria di lavoro e della memoria a lungo termine rispetto agli utilizzatori di Cannabis naturale e ai non-utilizzatori di Cannabis.

I risultati di tre studi hanno dimostrato che gli utilizzatori hanno sperimentato più ansia, paranoia, psicosi e sintomatologia depressiva rispetto agli utilizzatori di Cannabis naturale e non-utilizzatori di Cannabis.

In un altro studio, i consumatori di cannabinoidi sintetici che hanno sperimentato psicosi presentavano sintomi meno gravi e più ansia rispetto a quelli con schizofrenia senza uso di cannabinoidi sintetici, e un altro studio ha riscontrato sintomi significativamente più positivi e meno sintomi negativi nei pazienti psichiatrici che utilizzavano cannabinoidi sintetici rispetto a quelli che usavano Cannabis.

I risultati delle indagini su Internet, che hanno offerto dati retrospettivi e autovalutati sugli effetti acuti dell'uso di cannabinoidi sintetici, hanno rivelato che i partecipanti hanno riferito più frequentemente panico, ansia, paranoia e dispnea.

I ricercatori hanno anche osservato limitazioni metodologiche in diversi modelli di studio e ci sono state evidenze limitate su come le dosi, la frequenza o il tipo di cannabinoidi sintetici fossero in grado di influenzare gli esiti psicologici.

Data la potenza dei cannabinoidi sintetici rispetto alla Cannabis naturale, è importante per gli utilizzatori e per i medici essere meglio informati dei possibili effetti al fine di ridurre gli eventi avversi. ( Xagena2019 )

Fonte: Journal of Psychopharmacology, 2019

Psyche2019 Farma2019


Indietro