American Psychiatric annual meeting
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
EPA 2017
Xagena Mappa

Fluoxetina e terapia cognitiva comportamentale da sole o in combinazione sono risultate superiori al placebo nel trattamento della fobia sociale generalizzata


La fobia sociale generalizzata è comune, persistente ed invalidante; viene spesso trattata con inibitori selettivi del riassorbimento della serotonina ( SSRI ) o con terapia comportamentale cognitiva.

Uno studio clinico condotto presso la Duke University Medical Center di Durham ha messo a confronto il farmaco SSRI Fluoxetina ( Prozac ), la terapia cognitiva comportamentale, il placebo e la combinazione della terapia cognitiva comportamentale con la Fluoxetina e la terapia cognitiva comportamentale con il placebo.

Lo studio è stato condotto su soggetti ( n = 722 ) a cui è stata fatta diagnosi primaria di fobia sociale generalizzata.
Un totale di 295 pazienti ( 52,9% maschi, 76,3% bianchi, di età media pari a 37.1 anni ) sono stati inclusi in un’analisi di efficacia intention-to-treat.

Il trattamento è durato 14 settimane.

La Fluoxetina è stata somministrata al dosaggio compreso tra 10mg/die e 60mg/die.

La terapia cognitiva comportamentale è stata somministrata settimanalmente per 14 sedute.

La percentuale di risposta alla scala CGI ( Clinical Global Impressions ) nel campione di intention-to-treat è stata del 50.9% nel gruppo Fluoxetina, del 51.7% nel gruppo terapia cognitiva comportamentale, del 54.2% nel gruppo terapia cognitiva comportamentale associata alla Fluoxetina, del 50.8% nel gruppo terapia cognitiva comportamentale e placebo, e del 31.7% nel gruppo placebo.
Tutti i trattamenti hanno mostrato significatività statistica nei confronti del placebo.

Alla scala BSPS ( Brief Social Phobia Scale ), tutti i trattamenti attivi sono risultati superiori al placebo.

La Fluoxetina è risultata più efficace della combinazione terapia cognitiva comportamentale associata alla Fluoxetina, della combinazione terapia cognitiva comportamentale con placebo e del placebo, alla 4^ settimana.

Anche la terapia cognitiva comportamentale è risultata più efficace della terapia cognitiva comportamentale comprensiva associata alla Fluoxetina e della terapia cognitiva comportamentale comprensiva e placebo.

Alla visita finale, tutti i trattamenti attivi sono risultati superiori al placebo, ma tra i vari trattamenti non ci sono state differenze.

La Fluoxetina e la terapia cognitiva comportamentale associata alla Fluoxetina hanno presentato un’incidenza di effetti indesiderati superiore a quella del placebo.

Da questo studio è emerso che tutti i trattamenti attivi sono superiori al placebo riguardo agli outcome primari.
La terapia combinata non ha fornito alcun vantaggio aggiuntivo. ( Xagena2004 )

Davidson J R T et al, Arch Gen Psychiatry 2004 ; 61 : 1005-1013

PsichiatriaOnline.net

MedicinaNews.it

Psyche2004 Farma2004


Indietro