American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
Xagena Mappa

Cariprazina versus Risperidone in monoterapia per il trattamento dei sintomi negativi predominanti nei pazienti con schizofrenia


Sebbene i sintomi negativi predominanti della schizofrenia possano essere abbastanza gravi da causare danni persistenti, mancano opzioni efficaci di trattamento.
È stato valutato l’antipsicotico di nuova generazione Cariprazina ( Reagila ) in pazienti adulti con sintomi negativi predominanti.

In uno studio di fase 3b randomizzato, in doppio cieco, sono stati arruolati adulti di età compresa tra i 18 e i 65 anni con schizofrenia stabile da lungo tempo ( più di 2 anni ) e sintomi negativi predominanti ( più di 6 mesi ) in 66 Centri in 11 Paesi europei.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a 26 settimane di monoterapia con Cariprazina orale a dose fissa ( 3 mg, 4.5 mg dose target o 6 mg al giorno ) o Risperidone ( 3 mg , 4 mg dose target, o 6 mg al giorno ); i farmaci precedenti sono stati sospesi per 2 settimane.

L'esito primario era il cambiamento dal basale alla settimana 26 o la fine del trattamento sul punteggio PANSS-FSNS ( Positive and Negative Syndrome Scale factor score for negative symptoms ) analizzato in una popolazione intention-to-treat modificata di pazienti che avevano avuto valutazioni di follow-up entro 5 giorni dall’ultima assunzione di farmaci di studio.
La sicurezza è stata valutata in tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose del farmaco in studio.

  Tra il 2013 e il 2014 sono stati sottoposti a screening 533 pazienti, e 461 pazienti ( 86% ) sono stati randomizzati al trattamento ( 230 a Cariprazina e 231 a Risperidone ); 460 sono stati inclusi nella popolazione di sicurezza. 
227 su 230 pazienti ( 99% ) nel gruppo Cariprazina e 229 su 230 ( 99% ) pazienti nel gruppo Risperidone sono stati inclusi nella popolazione intention-to-treat modificata ( 178 in ciascun gruppo hanno completato 26 settimane di trattamento, 77% ).

Le dosi giornaliere medie sono state 4.2 mg per Cariprazina e 3.8 mg per Risperidone.

In 123 pazienti trattati con Cariprazina ( 54% ) e in 131 pazienti trattati con Risperidone ( 57% ) sono stati riportati eventi avversi emergenti dal trattamento ( insonnia, acatisia, peggioramento della schizofrenia, mal di testa, ansia ).

L’uso di Cariprazina ha portato a un cambiamento maggiore nei minimi quadrati in PANSS-FSNS dal basale alla settimana 26 rispetto a Risperidone ( -8.90 punti per Cariprazina vs -7.44 punti per Risperidone; differenza minimi quadrati -1.46, P=0.0022; dimensione dell'effetto 0.31 ).

Un paziente nel gruppo Risperidone è deceduto per una causa considerata non-correlata al trattamento.

I risultati supportano l'efficacia di Cariprazina nel trattamento dei sintomi negativi predominanti della schizofrenia. ( Xagena2017 )

Németh G et al, Lancet 2017; 389: 1103-1113

Psyche2017 Farma2017


Indietro