EPA 2017
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting

Terapia focale psicodinamica, terapia cognitivo-comportamentale e trattamento ottimizzato come al solito in pazienti ambulatoriali con anoressia nervosa


La psicoterapia è il trattamento di elezione per i pazienti con anoressia nervosa, benché le evidenze di efficacia siano deboli.

Lo studio Anorexia Nervosa Treatment of OutPatients ( ANTOP ) è stato condotto per valutare l’efficacia e la sicurezza di due trattamenti ambulatoriali per anoressia nervosa – terapia focale psicodinamica e terapia cognitivo comportamentale avanzata - versus il trattamento ottimizzato standard.

Lo studio di efficacia, multicentrico, randomizzato e controllato, ANTOP, ha coinvolto adulti con anoressia nervosa.

I pazienti sono stati reclutati da 10 ospedali universitari in Germania.

I partecipanti sono stati assegnati in maniera casuale a 10 mesi di trattamento con terapia focale psicodinamica, terapia cognitivo-comportamentale avanzata o al trattamento ottimizzato standard ( inclusa psicoterapia ambulatoriale e cure strutturate da un medico di famiglia ).

L’esito primario era l’aumento di peso, misurato come aumento dell’indice di massa corporea ( BMI ) al termine del trattamento.

Un esito secondario chiave era il tasso di recupero ( basato su una combinazione di aumento di peso e psicopatologia specifica del disturbo alimentare ).

L’analisi è stata condotta per intention-to-treat.

Dei 727 adulti valutati per l’inclusione, 242 sono stati randomizzati: 80 a terapia focale psicodinamica, 80 a terapia cognitivo-comportamentale avanzata e 82 a trattamento ottimizzato.

Al termine del trattamento, 54 pazienti ( 22% ) sono risultati persi al follow-up, e al follow-up a 12 mesi 73 ( 30% ) pazienti erano usciti dallo studio.

Al termine del trattamento, l’indice di massa corporea era aumentato in tutti i gruppi ( terapia focale psicodinamica 0.73 kg/m2, terapia cognitivo-comportamentale 0.93 kg/m2, trattamento ottimizzato 0.69 kg/m2 ); non sono state osservate differenze tra i gruppi ( differenza media tra terapia focale psicodinamica e terapia cognitivo-comportamentale -0.45; terapia focale psicodinamica vs trattamento ottimizzato -0.14; terapia cognitivo-comportamentale vs trattamento ottimizzato -0.30 ).

Al follow-up a 12 mesi, l’aumento medio nell’indice di massa corporea è ulteriormente cresciuto ( 1.64 kg/m2, 1.30 kg/m2 e 1.22 kg/m2, rispettivamente ), ma non sono state registrate differenze tra i gruppi ( 0.10; 0.25; 0.15, rispettivamente ).

Non sono stati registrati eventi avversi attribuibili alla perdita d peso o alla partecipazione allo studio.

In conclusione, il trattamento ottimizzato, che combina psicoterapia e cure strutturate da un medico di famiglia, dovrebbe essere considerato un valido trattamento basale per pazienti ambulatoriali adulti con anoressia nervosa.
La terapia focale psicodinamica si è dimostrata vantaggiosa in termini di recupero al follow-up a 12 mesi e la terapia cognitivo-comportamentale è risultata più efficace per quanto riguarda la velocità di aumento di peso e di miglioramenti nella psicopatologia del disturbo alimentare.
I dati di esito a lungo termine potrebbero risultare utili per adattare e migliorare ulteriormente questi nuovi approcci di trattamento. ( Xagena2014 )

Zipfel S et al, Lancet 2014; 383: 127-137


Psyche2014 Endo2014


Indietro