Neurologia
Mediexplorer
Reumatologia

Bassi livelli di vitamina D possono contribuire alla depressione nei pazienti con disturbi psicotici


Bassi livelli di vitamina D sono risultati associati a sintomi negativi e a sintomi depressivi tra gli individui con una storia di episodi psicotici.

La prevalenza di carenza di vitamina D è più alta nelle persone con disturbi psicotici rispetto alla popolazione generale.
Nei pazienti con episodi psicotici acuti sono riscontrati bassi livelli sierici di idrossivitamina D [ 25(OH)D ].
Gli studi hanno inoltre trovato collegamenti tra bassi livelli di 25(OH)D e sintomi negativi generali e il ritiro sociale passivo / apatico mentre altri studi hanno trovato associazioni con più alti livelli di anedonia sociale e di povertà del linguaggio, ma solo nei maschi.

L’associazione tra bassi livelli di vitamina D e i sintomi depressivi è stata valutata su 358 soggetti con una storia di uno o più episodi psicotici.
I sintomi sono stati determinati mediante la scala CDSS ( Calgary Depression Scale for Schizophrenia ), mentre i livelli di vitamina D sono stati ottenuti mediante l’esame di campioni di sangue.

Dopo aggiustamento per genere, istruzione, diagnosi, stato di ricovero in ospedale, etnia, stagionalità e stato della tiroide, i bassi livelli di vitamina D erano significativamente associati a sintomi negativi ( P inferiore a 0.001 ) e a depressione ( P inferiore a 0.001 ).

La proteina C-reattiva è risultata correlata ai livelli di vitamina D ( P=0.02 ) e ai sintomi negativi ( P=0.01 ), ma non è un mediatore.

Non sono state trovate associazioni significative tra vitamina D e marcatori infiammatori come sTNF-R1 ( recettore del fattore di necrosi tumorale di tipo 1 ), IL-Ra ( antagonista del recettore della interleuchina ) e osteoprotegerina.

Dallo studio è emerso che ci sono forti associazioni tra bassi livelli ematici di 25(OH)D e i sintomi negativi e depressivi nei pazienti con disturbi psicotici.
Dovrebbero essere effettuati studi randomizzati e controllati per valutare l'effetto della supplementazione di vitamina D come possibile strategia di trattamento adiuvante nei pazienti con bassi livelli di 25(OH)D e disturbo psicotico con sintomi negativi o sintomi depressivi importanti. ( Xagena2016 )

Fonte: International Early Psychosis Association Annual Meeting, 2016

Psyche2016 Endo2016



Indietro